scacchi bianchi

Visualizzazione senza scacchiera

Supponendo abbiate a disposizione ogni giorno 30 minuti per allenarvi, i primi 5 devono essere utilizzati per esercizi di visualizzazione, senza la scacchiera.

In modo simile a un pianista che fa le scale, o a un atleta che si riscalda

E' dimostrato che l'abilità di muovere i pezzi mentalmente, fino a ripetere le mosse di un'intera partita, sino a giocare alla cieca, sia correlata al punteggio del giocatore.

Colore delle case

Essenziale: b7, c7, b6, g6, h5 e così via. Segnate il tempo.

Salto di cavallo

Cominciamo da qualcosa di semplice: determinare il percorso da Cb2 a Cd4.
Ci sono diversi percorsi possibili, per il momento basta che ne vediate uno, segnate il tempo.

Un po' più difficile: Il Cavallo bianco in b2 deve dare scacco al Re nero in d4, senza passare per le case adiacenti al Re, altrimenti sarebbe catturato

Per rendere le cose leggermente più facili, va ricordato che il cavallo ad ogni mossa si sposta in una casa di colore diverso, quindi per andare in una casa dello stesso colore, ci vorrà un numero di mosse pari.

L'alfiere

Tutte le case minacciate da un alfiere in c4

Esercizi sulla scacchiera

Salto di cavallo

Su una scacchiera vuota, col cavallo posizionato ogni volta in a1, andando in senso orario a spirale, coprire tutte le caselle

Più difficile: mettere pedoni avversari in c3, c6, f3, f6: il giro deve essere fatto senza andare nelle case dove si può essere catturati

Attacco doppio

Con Re avverso in d4 e Torre in f5, posizionare la propria Donna in tutte le case dove può dare scacco doppio. Quindi spostare la Torre e ricominciare

Il tutto deve diventare automativo, solo vedendo, con e senza scacchiera, senza ragionare

Visualizzazione con scacchiera

Gli esercizi che precedono, sono propedeutici rispetto alla visualizzazione su scacchiera. La capacità di esaminare le sequenze di possibili catture in una posizione (non fermatevi alla prima che vedete) è un requisito fondamentale per potere giocare bene: si concretizza nelle semimosse (ply) che il giocatore è in grado di seguire mentalmente, ovviamente senza muovere fisicamente i pezzi. Se velocemente, ancora meglio. Da un minimo di scarsi, 3 semimosse, a buoni, 10 semimosse. Il testo dell'Anderson citato in bibliografia, è un buono strumento per migliorare: i numerossimi esercizi sono esposti in sequenza di difficoltà, il primo volume dedicato a posizioni varie, il secondo solo all'attacco del Re nell'arrocco.

Si può affrontare come allenamento, con numero di mosse corrispondente alle proprie capacità, oppure, per migliorare, con gli esercizi con una semimossa in più, alla fine quelli minori saranno molto più semplici

Riferimenti

De La Maza, Michael - Rapid Chess Improvement
ICS course
Anderson, Jan - Chess Visualisation Course, 2 voll

Potete allenarvi on line sul sito di visualisation training
Una serie di quiz, con controllo del tempo, su colore delle case, salto di cavallo, e ultima mossa di una sequenza, sempre senza scacchiera!


Buone partite

Niente è regalato nella vita, seguite gli esercizi, e segnalateci l'efficacia
Seguiteci, aggiorneremo compatibilmente col nostro tempo.

Homepage | Mail

Sito ottimizzato per la visualizzazione con Internet Explorer 4.0 ad una risoluzione video minima di 800 x 600
All rights reserved in all countries. Copyright © Rodolfo Pardi
Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata, anche parziale.